Accesso pro
Sei qui: \ \ L’ambiente della piscina

L’ambiente della piscina

L’ambiente della piscina

Nell’epoca della sostenibilità ciascuno di noi vuole fare la sua parte nella difesa dell’ambiente. Cosa si può fare nel settore delle piscine? Al fine di conciliare un comportamento responsabile e l’obiettivo più che legittimo di non sprecare più del necessario, sono diversi gli aspetti di cui tener conto al momento dell’acquisto dell’attrezzatura: il prezzo, la qualità e le prestazioni ambientali.

Prestare attenzione al rapporto qualità/prezzo. Scegliere sistematicamente i prodotti più economici significa scegliere una qualità inferiore e quindi una minore durata di vita degli stessi. Ricorda che, a seconda del tipo di attrezzatura interessata, questa scelta può, successivamente, costarti molto cara. Per esempio, in caso di problemi a uno skimmer a buon mercato, quel poco che hai risparmiato all’inizio rischia, alla fine, di trasformarsi in una grossa spesa. In effetti è necessario rompere la parete della piscina per poterlo rimuovere. Lo stesso vale per gli elementi da incasso della piscina: scarico di fondo, proiettori... Lo stesso vale anche per tutte le attrezzature facilmente sostituibili, quali pompe, robot, etc.: scegliere sempre prodotti garantiti, per i quali l’azienda produttrice si assume la propria responsabilità, è la miglior garanzia per un buon funzionamento e una lunga durata degli stessi.

« Optare per prodotti di qualità
non è semplicemente una scelta economica sensata
ma anche un gesto responsabile. »

Ma qual è il rapporto tra qualità e rispetto dell’ambiente? È bene ricordare che un’attrezzatura di qualità è il prodotto di ricerche avanzate e risponde a norme di fabbricazione attente all’ambiente, oltre che a criteri energetici ben precisi e a capitolati esigenti in termini di prestazioni e inquinamento: ecco perché il prezzo è più alto. I proiettori a LED illustrano chiaramente questo concetto: più cari al momento dell’acquisto, permettono di risparmiare a livello di consumi e durano molto più a lungo.

Non dimenticate che un’attrezzatura di bassa gamma, che dovrà essere rinnovata 3 o 4 volte in più rispetto a un prodotto di qualità, è anche molto più nociva per l’ambiente. Optare per prodotti di qualità non è semplicemente una scelta economica sensata, ma anche un gesto responsabile.


Calma e voluttà:

L’ambiente è, innanzitutto, l’ambiente in cui viviamo! Tra i vari fattori di preoccupazione che lo riguardano ve n’è uno che ci tocca più di tutti: il rumore. Per oltre il 54% dei francesi il rumore rai nostri consigli antirumore ppresenta il fastidio maggiore. Tutti gli studi concordano nel dire che lo stress quotidiano è direttamente proporzionale alle aggressioni sonore a cui siamo soggetti.

Dal momento che la piscina è sinonimo di relax, la questione del rumore prodotto dalle attrezzature della vasca merita tutta la nostra attenzione. Sapevate che una differenza di +3 dB è sufficiente per raddoppiare il livello sonoro percepito? Non possiamo mettere a tacere i rumori, tuttavia possiamo ridurre sensibilmente i fattori sonori scegliendo accuratamente le attrezzature e prendendo alcune semplici precauzioni.

La prima sorgente di rumore è la pompa di filtraggio, che deve essere sempre installata su un supporto pieno per evitare l’effetto «cassa di risonanza». Il fissaggio della pompa su cuscinetti ammortizzatori (silentbloc) permette di attenuare considerevolmente le vibrazioni, la cui propagazione può essere ridotta ulteriormente munendo le tubazioni di ghiere in caucciù. Infine, per eliminare i rumori delle canalizzazioni, si raccomanda di evitare gli angoli chiusi e di non installare tubi di piccolo diametro sulla rete a monte della pompa.

L’elica della pompa di calore è anch’essa una sorgente di rumore.

Dal momento che la pompa può essere collocata esclusivamente all’aperto è difficile assicurarne l’insonorizzazione: conviene posizionarla dietro al locale tecnico, che fungerà da schermo, e abbastanza lontano dalle pareti, che riflettono i suoni.

Da ultimo, ma non meno importante, anche l’uso del robot può risultare una seccatura. Che robot scegliere? Tra i vari robot aspiranti a mantello, i modelli con diaframma integrato sono senz’altro più silenziosi rispetto a quelli con tecnologia a martello oscillante. In ogni caso la soluzione più discreta in assoluto è rappresentata dal robot a turbina, che funziona senza pulsazioni sonore. Anche i pulitori elettrici costituiscono un’ottima scelta.

Sia che si tratti di dritte per la messa in posa, per la configurazione dell’installazione o per la scelta dei ritrovati tecnologici, ogni singolo dettaglio è importante per l’acustica della piscina. Nessun dettaglio va trascurato: ne va della tua tranquillità…


La tutela ambientale non è una novità in casa Hayward®.

La tutela ambientale non è una novità in casa Hayward®.

Inaugurato nel 2006, il concetto di Naturally Hayward® è frutto di anni di esperienza nella progettazione di attrezzature da piscina di alta qualità. La priorità viene data allo sviluppo di prodotti che rispondono a criteri molto severi in materia di consumo elettrico, idrico e dei prodotti trattanti, con un occhio alla durata di vita degli stessi prodotti: più un prodotto è duraturo, più il suo impatto ambientale è ripartito nel tempo e minore è l’impatto dei rifiuti sulla filiera del riciclo. I nostri prodotti sono progettati per consumare meno, durare più a lungo ed essere facilmente riciclabili offrendo solo il meglio della tecnologia: questo è lo spirito di Naturally Hayward®.

Quale piscina scegliere? Impianto piscina L’organizzazione dello spazio Scopri le offerte del momento