Accesso pro
Sei qui: \ \ Quanto costa una piscina?

Quanto costa una piscina?

Quanto costa una piscina?

Un tempo prodotto di lusso, la piscina è diventata, oggi, ampiamente accessibile con oltre un milione di proprietari in Francia, mentre il numero di coloro che ne prevedono l’acquisto è in costante crescita. Tuttavia, la questione prezzo rimane centrale e determinante nell’acquisto.
Ricordiamo che il budget per la realizzazione della piscina sarà determinato in base alle scelte di partenza: tipologia di piscina scelta, equipaggiamenti, sistemazione della vasca e organizzazione dello spazio prospiciente. Il prezzo può variare anche considerevolmente fra una tipologia di vasca e un’altra: una cosa è una piscina in calcestruzzo, altra cosa una piscina con scafo o a pannelli. In linea generale possiamo affermare che il prezzo di una piscina interrata non è confrontabile con quello di una piscina fuori terra. Le indicazioni seguenti ti consentiranno di tuffarti in questo progetto con la piena consapevolezza dei costi di realizzazione.


Prezzo costruzione piscina / budget piscina

Il prezzo base per un kit fai da te per piscine si aggira intorno ai 10.000 € (in questi casi si parla anche di soluzioni "pronte all’uso"): con questa cifra si acquistano piscine con scafo in poliestere o piscine semi-interrate in legno con vasca, sistema di filtraggio e accesso (scaletta o gradino). Questa cifra non comprende allarme per piscine, tettoia, copertura a tapparella scorrevole o copertura isotermica a bolle. Tali opzioni dovranno essere aggiunte al prezzo della piscina.

L’investimento medio rilevato presso i proprietari si situa in un range che varia fra i 15.000 e i
20.000 €, sistema di sicurezza (barriera, allarme perimetrale, copertura o tettoia) escluso.

Certamente la spesa può diventare illimitata se si desiderano costruzioni tradizionali su misura, piscine a sfioro e piscine a effetto specchio o altre piscine in acciaio inossidabile, ma questo riguarda solo una piccola parte di acquirenti.

*Sono escluse le piscine fuori terra non direttamente interessate da questa sezione in quanto non richiedono una costruzione e non necessitano di un permesso edilizio.


Costi di manutenzione di una piscina

Al costo di realizzazione va aggiunto quello dell’utilizzo.

Considerato che una piscina necessita di un certo numero di impianti la prima voce da tenere in considerazione è il consumo di elettricità. Secondo uno studio francese di Ademe* una piscina consuma in media 1862 kW all’anno, ovvero circa 240 €, una cifra assai bassa.

Per evitare che la bolletta energetica subisca un’impennata sarà bene scegliere con cura gli impianti e, in particolare, la pompa, il componente n.1 in fatto di consumo energetico. Consigliamo di scegliere una pompa a velocità variabile, che consente di risparmiare in media il 40% sulla bolletta energetica. La pompa di calore e l’illuminazione rappresentano una voce di costo marginale in fattura in quanto non sono utilizzate costantemente; tuttavia, anche in questo caso, occorre essere vigili.

Per quanto riguarda la pulizia, consigliamo di optare per un robot elettrico piuttosto che per un robot con compressore ausiliario, più caro in termini di utilizzo e di installazione. Richiedi sempre prodotti approvati dai professionisti per la loro qualità e la loro durata di vita. Diffida dei saldi, delle promozioni troppo economiche o delle piscine vendute a stock!

*Agenzia francese per l’ambiente e la gestione energetica

L’acqua rappresenta l’altro elemento centrale della piscina. Il costo medio per riempire una vasca di 80 m3 si aggira, oggi, sui 120 €. Inutile quindi ricorrere all’acqua del pozzo non trattata pensando di fare un buon affare: il rischio è quello di spendere una fortuna in prodotti anti-alga e altri prodotti per il trattamento.

I fondamentali di una piscina La scelta del materiale giusto Simulatore di risparmio energetico Scopri le offerte del momento